In Albergabici un nuovo amico della bicicletta.

Il Dosso Maroggia è ora nel circuito di Albergabici, il portale delle strutture amiche della bicicletta riconosciute dalla FIAB.

Il portale riunisce alberghi, agriturismi, bed & breakfast e campeggi situati lungo i percorsi ciclabili di tutta Italia in grado di offrire servizi per chi si muove in bici per cicloturismo, ciclismo su strada e in mountain bike.

Mille alloggi a disposizione del ciclista, luoghi sicuri dove ricoverare le bici, piccole officine per le riparazioni d’emergenza e la manutenzione quotidiana, comodità e consigli a portata di mano, un utile motore di ricerca per organizzare la propria vacanza in bicicletta.

Ogni albergo, bed and breakfast, ostello o campeggio che ha ottenuto il riconoscimento di Albergabici Amico della Bicicletta dispone delle seguenti caratteristiche obbligatorie:

  • Facoltà di pernottamento nella struttura anche per solo una notte (è escluso solo il mese di Agosto);
  • Disposizione gratuita di un luogo chiuso e sicuro per sistemare le biciclette per la notte (se possibile al piano terra, ad es. un garage);
  • Fornitura di mappe cicloturistiche dell’area in omaggio, in prestito o in vendita (possono essere anche autoprodotte in fotocopia per i clienti delle mappe stradali con indicate le tracce dei percorsi in caso non esistessero cartine o guide per ciclisti di quell’area).
  • Messa a disposizione degli ospiti di luoghi adatti per asciugare vestiti e attrezzatura (ad es. stendini sul balcone o asciugatoio);
  • Messa a disposizione degli ospiti degli attrezzi di base per la riparazione con gli attrezzi principali per le biciclette (pompa verticale a mano o compressore dotati di manometro e adattatori per valvole diverse, set di brugole e chiavi, cacciaviti, smagliacatena, lubrificante, stracci, leva copertoni, toppe e mastice, pasta lavamani);
  • Conoscenza dei negozi e riparatori di biciclette nelle vicinanze (numeri telefonici e orari di apertura);
  • Sostanziosa colazione con alimenti adatti ai ciclisti come muesli, yogurt, confetture, miele, frutta, pane fresco;

Buone pedalate, quindi!

http://www.albergabici.it/

         

Serendipity…

Serendipity, un concetto che mi è sempre piaciuto: trovare qualcosa mentre ne stai cercando un’altra. E non a caso è l’incipit della prima recensione a Il Dosso, Maroggia. Grazie a Laura per il bell’articolo “inaspettato”.

http://meravigliapaper.com/category/sleep/

 

Valtellina Wine Trail

Sono 2500 i chilometri dei terrazzamenti del versante retico valtellinese: molti ancora coltivati a vite, molti in abbandono. Un paesaggio unico. Domani, sabato 4 novembre, una nuova edizione, la quinta, del Valtellina Wine Trail, una splendida idea di valorizzazione del territorio: conoscerlo e comunicarlo percorrendolo.

Il Trail è diviso in tre gare: il trail di 42 Km, la mezza maratona di 21 Km e la 12 chilometri non competitiva. 551 il dislivello positivo della “corta”, 914 quello dell’half trail e 1731 il Trail.

Le partenze sono simultanee, da luoghi diversi, diversi i percorsi che coprono il territorio di 11 comuni, tutti saliscendi panoramici, più o meno impegnativi, il comune denominatore è il paesaggio fatto di muri a secco, scalette in pietra, filari di Chiavennasca, borghi in sasso, cantine, splendide viste sulla valle, chiese, castelli, incisioni rupestri e antiche torri di avvistamento.

Otto cantine, otto punti di ristoro, cinque le sottozone del Valtellina Superiore toccate dai trail.

Una gara che unisce atleti internazionali, giovani emergenti e semplici appassionati del mondo della corsa e di questo territorio. Duemila i partecipanti. I pettorali andati a ruba. Entusiasmante.

Programma, informazioni utili, foto e classifiche in http://www.valtellinawinetrail.com/it.

 

 

 

beb vigneti valtellina berbenno

Bello esserci

Strada del vino della Valtellina.

67 Km di strada panoramica tra i vigneti… esordisce così la cartolina informativa in bella vista tra il materiale – libri, indirizzi e mappe – a disposizione degli ospiti nella stanza delle colazioni. Ma più che un percorso – carrabile e tranquillamente ciclabile – ho avuto il sentore che dietro alla Strada del Vino della Valtellina ci fosse qualcosa di più: un gruppo con un’identità comune, quella legata al mondo del vino e di tutto quello che ci sta intorno – gusto e ospitalità – che è poi la radice di questo solatio versante retico valtellinese.

Non solo uno stare geograficamente sulla strada quindi, ma una direzione comune, nonostante le diverse entità e le esperienze di ognuno, non solo una proposta turistica ma un progetto, questo è sembrato essere la Strada del Vino, un bel lavoro di squadra, insomma.

Pur non avendocela una vigna, in mezzo alle vigne ci vivo ogni giorno e idealmente, nel mio piccolo, di questa squadra volevo farne parte.

Sognando o meglio auspicando che la più recente sotto zona del Valtellina Superiore DOCG possa tornare ad essere la “piccola Langa” che era un tempo, seguendo l’esempio delle sorelle più grandi, sono felice di diventare una tappa di questo entusiasmante percorso.

Qui ogni informazione su tutti i 67 Km, la mappa e i link alle strutture della Strada:

https://www.stradadelvinovaltellina.it/

La Strada del Vino si può abbinare liberamente, tramite numerosi punti di contatto, alla Via dei Terrazzamenti e al Sentiero Valtellina e può essere percorsa non solo in macchina e in bicicletta ma, in singoli tratti piacevolmente, anche a piedi, godendo dei panorami che la particolare orografia di questi vigneti offre. E’ un’ottima occasione per visitare cantine, assaggiare e acquistare prodotti locali di qualità e soggiornare gradevolmente in armonia con questo territorio.

 

 

Anniversari… e storia di un logo.

Il fascino della chiave e l’uva Merlina.

Oggi compio due anni tra le vigne di Maroggia. Allora il notaio di Morbegno mi consegnò un’affascinante chiave che mi incantò. La chiave è rimasta la stessa, leggermente allungata come se uscisse da Le avventure di Alice nel paese delle Meraviglie, nel logo di questa casa.

Fino all’estate, mentre si rinfrescava, ritoccava e risanava la casa, abitavo il primo piano della casetta sul giardino, dove fra poco ci sarà la sauna. Il bagno era all’esterno, l’acqua scaldata da un piccolo boiler, mentre in casetta ci stava, giusto giusto, tutto l’occorrente per vivere: un bollitore, un microonde, carte, penne e libri, una cassa e un appendiabiti per i vestiti, una vista eccezionale aprendo gli occhi alla mattina, la lampada frontale e una piccola stufa elettrica.

La stufetta non servì molto, è stato un inverno incredibilmente caldo, la mini casa sempre in battuta di sole. E anche gli orari erano quelli del sole: a letto presto e sveglia presto, come un tempo. In quei bucolici mesi ogni cosa si faceva all’aperto e in ogni momento della giornata mi tenevano compagnia colorati e cinguettanti uccellini che abitavano volentieri un giardino lasciato inselvatichire e vigne poco frequentate. Cinciarelle, codibugnoli, pettirossi, ghiandaie e quant’altro, ma soprattutto merli… che anche, nel piccolo logo quadrato, non potevano mancare.

Dicono poi che nella zona del Maroggia si possa ancora sporadicamente trovare un’antica uva, detta Merlina per il suo colore scuro o perché piacesse particolarmente ai merli beccarla. Di certo, che sia per i grappoli rimasti sui tralci a fine settembre o per i dolci cachi in novembre, sono prevalentemente i frulli dei merli ad accompagnare la pace e il tepore della più parte dei giorni su questo poggio… e sembrano essere davvero felici.

 

Autunno in Valtellina

Chiusi gli ultimi eventi enogastronomici d’inizio autunno con successo – Morbegno in Cantina, Gustosando, la Mostra del Bitto – e raccolte le ultime castagne, rimane uno strascico d’estate sulla valle.

Castagne, vino ma non solo, quindi…

Giornate ancora calde per camminare in montagna, sentieri semi deserti, cielo terso e gialli accesi. Le vendemmie sono finite ma, si sa, in ottobre fervono le cantine. La temperatura è ideale per la bici: su strada l’occasione di ripercorrere i passi storici senza traffico di auto e moto, fuori strada per godere la pace, i colori e la luce del bosco.